Pinacoteca

Da quando, nel 1755, l'Accademia commissionò al pittore di corte Johann Baptist Glunck un ritratto dell'imperatrice Maria Teresa da conservare nelle stanze accademiche ad imperitura memoria e gratitudine, la collezione di opere d'arte degli Agiati ha conosciuto un considerevole sviluppo.

Duplice la fonte di acquisizione: da una parte i dipinti, per lo più ritratti, esplicitamente commissionati dal sodalizio in onore di soci ragguardevoli; dall'altra le donazioni da parte di soci artisti, spesso come tributo all'aggregazione.

In questo modo l'Accademia ha accumulato nel corso dei secoli un ampio patrimonio artistico composto di quadri, sculture, disegni e stampe; un nucleo di particolare interesse è quello rappresentato dalla donazione Comel, oltre trecento disegni e acquerelli prodotti fra 1903 e 1913 dagli allievi della Scuola Reale Elisabettina di Rovereto, vera fucina di artisti come Depero, Baldessari, Garbari.

La Pinacoteca è gestita dalla Fondazione Museo Civico di Rovereto.

-> il sito ufficiale della Fondazione Museo Civico di Rovereto



Ricerca nella sezione SEZIONE STORICO-ARTISTICA