Antonio Galvagni Legacy

Una conferenza e un workshop internazionale dedicati alla figura dell’entomologo roveretano e alle collezioni della Fondazione MCR. Rovereto 19 - 20 ottobre 2018

Sala convegni F. Zeni della Fondazione Museo Civico di Rovereto, borgo S. Caterina 41
Ingresso libero

Antonio Galvagni (Rovereto, 25 aprile 1924 - 30 aprile 2015) era un giovane studente quando l’11 gennaio del 1942, a soli 18 anni, veniva nominato socio della Società del Museo Civico di Rovereto per l’entusiasmo con cui collaborava al censimento della fauna cavernicola della Venezia Tridentina e per il grande impegno profuso nel riordino delle collezioni entomologiche del museo. Da allora la sua attività di studioso naturalista ed entomologo, impegnato sia nel partecipare attivamente alla vita amministrativa delle istituzioni culturali roveretane, sia nel dedicare il suo tempo libero a importanti spedizioni entomologiche, promosse da istituti scientifici nazionali e internazionali, s’interruppe solo con la sua morte. Ora le collezioni di Antonio Galvagni, composte di oltre 300 scatole contenenti insetti degli ordini di Orthoptera, Blattodea, Dermaptera, Mantodea, raccolti in settant’anni di attività nel corso di spedizioni in Italia (Alpi, Appennini, Sardegna e Sicilia), nel Bacino del Mediterraneo, soprattutto in Nord Africa e nei Balcani, sono depositate, per suo volere testamentale, al Museo Civico di Rovereto.

Antonio Galvagni ha voluto che, assieme alle collezioni, sia unita anche la sua biblioteca specialistica composta di molti saggi a carattere naturalistico – entomologico, oltre a centinaia di estratti di vari autori che documentano le relazioni scientifiche da lui mantenute con entomologi di tutto il mondo. Al suo interno, di grande importanza sono gli schedari delle specie in studio, le fonti bibliografiche, i manoscritti, dei numerosi articoli da lui pubblicati, oltre ai disegni e la descrizione delle numerose specie nuove descritte.
La copertura geografica e la completezza tassonomica, fanno di questa collezione uno strumento scientifico di straordinaria importanza per monitorare ambienti particolarmente vulnerabili delle aree alpine e mediterranee e per conoscere le dinamiche dei cambiamenti ambientali. Particolarmente utile è pure il confronto tra la fauna a ortotteri, documentata dalla sua collezione, con specie botaniche presenti nelle stesse località campionate, da usare come bioindicatori per la qualità ambientale.

Ora le quattro istituzioni roveretane (Accademia Roveretana degli Agiati, Società Museo Civico di Rovereto, Fondazione Comel e Fondzione Museo Civico), che hanno beneficiato del suo instancabile impegno, ricordano la sua attività scientifica con due giorni di Workshop Internazionale (19 e 20 ottobre 2018) dal titolo “Orthopteroid Insects: Biodivesity and Ecology Evolution in a Changing Environmental” perché la comunità locale e quella internazionale possano appropriarsi a pieno del patrimonio entomologico da lui lasciato alla città di Rovereto.

Le conferenze sono riconosciute ai fini dell'aggiornamento degli insegnanti e per il credito formativo degli studenti della scuola secondaria di secondo grado.

Venerdì 19 ottobre - Conferenza
LA COLLEZIONE GALVAGNI - ACQUISIZIONE

18.00 - 18.30
Saluti istituzionali:
Giovanni Laezza, Presidente Fondazione Museo Civico di Rovereto
Cristina Azzolini, Vicesindaco Comune di Rovereto
Nello Fava, Presidente Società Museo Civico di Rovereto
Sandro Feller, Presidente Fondazione Alvise Comel
Franco Finotti, Rettore Classe di Scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Accademia roveretana degli Agiati

18.30 - 19.00
«Punti di forza e criticità delle collezioni naturalistiche in Italia» | Leonardo Latella,  Museo Civico di Storia Naturale di Verona

19.00 - 19.30
«Lo stato dell'arte della collezione Galvagni e la sua importanza» | Filippo Maria Buzzetti, Fondazione Museo Civico di Rovereto


Sabato 20 ottobre | Saturday, October 20th - International Workshop
ORTHOPTEROID INSECTS: BIODIVERSITY AND ECOLOGY
EVOLUTION IN A CHANGING ENVIRONMENT

9.00 - 9.10 Opening | Gionata Stancher, Fondazione Museo Civico di Rovereto

9.10 - 9.40 «Working with Antonio» | Paolo Fontana, Fondazione Edmund Mach

9.40 - 10.10 «European Orthoptera Conservation» | Axel Hochkirch, Trier University

10.10 - 10.40 «Spatio-temporal origins of  high-frequency calls in crickets» | Tony Robillard, Muséum National d'Histoire Naturelle

10.40 - 11.30 Coffee break + poster session *

11.30 - 12.00 «Mediterranean Orthoptera: state of the art» | Bruno Massa, Università di Palermo

12.00 - 12.30 «Molecular phylogeny and classification of Chelidurella Verhoeff, stat. restit. (Dermaptera)» | Markéta Kirstová, University of Ostrava

12.30 - 13.30 Lunch

13.30 - 14.00 «Distribution patterns in Mediterranean Mantodea» | Roberto Battiston, Musei del Canal di Brenta

14.00 - 14.30 «Singing with your wings, hearing with you limbs» | Fernando Montealegre, University of Lincoln

14.30 - 15.00 «Orthoptera Bioacoustics, Soundscapes: toward regional shared sound libraries» | Gianni Pavan, Università di Pavia

15.00 - 15.30 «Galvagni's 50 years collecting: study perspective» | Filippo Maria Buzzetti, Fondazione Museo Civico di Rovereto

15.30 - 15.45 Closing

 

Organizzatori: 
Fondazione Museo Civico di Rovereto
Società Museo Civico Rovereto
Accademia Roveretana degli Agiati
Fondazione Alvise Comel 


Con la partecipazione di:
Comune di Rovereto
Muséum National d'Histoire Naturelle
Orthopterists' Society
SEI Società Entomologica Italiana
University of Lincoln
University of Ostrava
Università degli Studi di Pavia
WBA World Biodiversity Association onlus



Galvagni

Documenti da scaricare