Ci ha lasciati Maria Garbari

L’Accademia degli Agiati partecipa al compianto per la scomparsa di Maria Garbari, figura eminente nella cultura e nella società della nostra regione, conosciuta e apprezzata in un ambito molto più vasto. Di cultura liberale, Garbari fu innanzitutto storica della politica e delle istituzioni, concorrendo a un ciclo di ricerche di ampio respiro da lei condotto in sodalizio scientifico e umano con Umberto Corsini. Temi privilegiati, le peculiarità e i complessi passaggi della storia del Trentino e dell’Alto Adige nell’Ottocento e nel Novecento; il rapporto anch’esso complesso e talora conflittuale tra coscienza nazionale, lotte per la libertà, diritti delle minoranze, autonomie; la riflessione sui grandi filoni politici e ideali dei due secoli scorsi. Tra i personaggi studiati con rigore filologico e interpretativo, Alcide De Gasperi, Giovanni a Prato, Vittorio Riccabona, Scipio Sighele. Garbari credeva nella scientificità della storia, nella necessità di un impegno strenuo nella documentazione, nella tensione all’oggettività, ma era anche donna di profondo e appassionato impegno civile. Docente nei licei e poi all’Università di Feltre, ebbe come punto di riferimento istituzionale principale la Società di Studi Trentini di Scienze Storiche di cui fu a lungo Presidente. Un apporto significativo ha dato anche alla vita della nostra Accademia, nella quale fu associata nel 1972, sia con alcuni pregevoli contributi pubblicati negli “Atti” o affidati a conferenze, sia con la partecipazione personale alla vita sociale.

Nipote del pittore Tullio Garbari, ha contribuito con costanza e discrezione insieme alla valorizzazione di questo artista di levatura europea.

Patrocinatori

Fandazione Caritro Comune di Rovereto

Soci sostenitori

Dolomiti Energia Metal Sistem Cassa Rurale di Rovereto Distilleria Marzadro
ITAS Comunità della Vallagarina Cassa Rurale Alto Garda